Progetto Contrasto

Il Progetto Contrasto si concretizza in un centro educativo territoriale aperto alla partecipazione anche non continuativa di minori, giovani e famiglie in particolare provenienti dai paesi della Circoscrizione del Bondone e dal Comune di Trento.

Il Centro è stato ideato e poi gestito dal Gruppo Oasi dal 2002 con l’obiettivo principale di concretizzare azioni di prevenzione del disagio sociale, puntando allo sviluppo e alla realizzazione di interventi educativo-ricreativi rivolti principalmente ai soggetti in età evolutiva e alle loro famiglie: cineforum, tornei, laboratori di creatività manuale, giochi di ruolo e a tema, uscite sul territorio e in città, giochi di socializzazione, network con enti ed associazioni, incontri tematici e di sensibilizzazione al volontariato, percorsi di approfondimento su vari temi coinvolgendo bambini e ragazzi di età diverse nella stessa attività.

 

STAFF CENTRO CONTRASTO

L’equipe di lavoro è formata da diverse professionalità che negli anni hanno maturato esperienza, competenze e costruito un gruppo di lavoro in grado di adattarsi, reinventarsi e mettersi in gioco per rispondere alle diverse esigenze del Progetto e del territorio.

DIRETTORE
Dott.ssa Rosangela Cappelletti
e-mail: coordinamento@oasi.tn.it

COORDINATORE
Dott.ssa Samuela Turchet
e-mail: comunicazioni@oasi.tn.it

RESPONSABILE AMMINISTRATIVO

Dott.ssa Beatrice Petruzzella
e-mail: amministrazione@oasi.tn.it

AIUTO GESTIONE AMMINISTRATIVA
Dott.ssa Giulia Huez

EDUCATORE SOCIO-PEDAGOGICO
Francesco Zambotti

OPERATORE SUPPORTO ALLO STUDIO 
Dott.ssa Wiam Dsiri

FUNZIONIGRAMMA

Gli organi del Gruppo Oasi sono primariamente l’Assemblea dei Soci e il Consiglio Direttivo.  L’Assemblea dei Soci si riunisce in seduta ordinaria almeno 1 volta l’anno per l’approvazione del bilancio consuntivo.  Il Consiglio Direttivo è composto da 2 a 6 consiglieri eletti dall’Assemblea e al loro interno eleggono il Presidente. Ha il compito di tradurre in strategie operative la missione e il progetto dell’organizzazione. Il Presidente ha la rappresentanza dell’associazione di fronte a terzi. Convoca e conduce le riunioni dell’Assemblea dei soci e del Consiglio Direttivo.

Per quanto riguarda l’attività svolta al Centro Contrasto le funzioni sono come di seguito ripartite.

Il Direttore del Centro Contrasto ha la responsabilità generale del buon andamento del servizio e delle attività; si occupa della gestione generale e della parte di rapporto con i Servizi Sociali, i Servizi Sanitari e le agenzie educative del territorio. Interviene, a seconda dell’esigenza, nei vari momenti di pianificazione, organizzazione, realizzazione e verifica delle attività. Sovrintende l’andamento delle attività e degli interventi, nonché di verifica e rendicontazione. Il Direttore si avvale nella sua azione del supporto stretto del Coordinatore e del Responsabile amministrativo. 

Il Coordinatore presidia il servizio, coordina e organizza l’operato di educatori, operatori, ragazzi in Servizio Civile, volontari e tirocinanti, collabora all’ideazione, alla stesura progettuale e alla rendicontazione di progetti e attività; coordina l’équipe, verifica lo svolgimento delle attività e la gestione quotidiana dei progetti educativi curandone inoltre la promozione e comunicazione sui social; progetta e realizza attività di formazione. Partecipa e mantiene i contatti con Tavoli Territoriali, con i vari Enti e con i soggetti coinvolti nel Progetto. Partecipa in sinergia con il Direttore alla cura dei rapporti con le famiglie, con i Servizi Socio-Sanitari e con le realtà associative della comunità. Ha inoltre il ruolo di reclutamento, formazione e gestione del volontariato interno all’Associazione.

Il Responsabile amministrativo si occupa della gestione economica e contabile, richiesta e liquidazione di contributi, mansioni di segreteria, stesura di progetti e micro-progetti riguardanti attività con le famiglie e di welfare generativo programmati e realizzati con logiche di sviluppo di comunità, attività di ricerca fondi e gestione di pratiche per progetti di Buoni di Servizio e di Servizio Civile. Il suo contatto con l’utenza è legato principalmente alla stesura della parte economica di progetti individualizzati. Si occupa delle azioni pratiche in riferimento alla sicurezza e gestione della struttura. Svolge la sua mansione a stretto contatto con il Direttore e il Coordinatore di progetto. Gli è inoltre stato affidato il ruolo di presidio del sistema della qualità.

Gli educatori sono figure che lavorano a diretto contatto con gli utenti, in particolare minori e famiglie. Nello specifico gli educatori progettano, organizzano e realizzano le attività quotidiane previste dal Progetto Contrasto affiancati dal Coordinatore. Si occupano della gestione quotidiana delle presenze e della diffusione del programma di attività. Partecipano settimanalmente all’equipe, per valutare l’andamento del progetto e programmare l’attività futura. 

A supporto del gruppo di lavoro, nella prospettiva della verifica e del miglioramento continuo del suo operato sono previsti, a cadenza variabile in funzione delle esigenze emerse, incontri di supervisione di gruppo da parte di professionisti esterni.

Professionalità e caratteristiche del personale 

Viene sempre garantito (se non per inderogabili situazioni di emergenza/urgenza) che gli operatori in organico assicurino almeno i requisiti in termini di titoli di studio ed esperienza richiesti per l’accreditamento degli specifici servizi in cui lavorano. I criteri di selezione del personale educativo sono in parte correlati anche alle caratteristiche del servizio in cui la persona si troverà ad operare. 

Eventuali assunzioni a tempo (sostituzioni, integrazioni, interventi stagionali…) o esperienze di servizio civile e tirocinio possono diventare occasione di conoscenza e valutazione ulteriore, utili per decidere l’assunzione o la stabilizzazione in organico degli educatori. 

Il personale attualmente attivo e che ricopre diversi ruoli all’interno dell’Associazione, ha maturato nel corso degli anni esperienza e anzianità di servizio, tanto da riuscire a garantire una stabilità e una continuità delle diverse progettualità.